Roma – Alle ore 23,10 di questa sera (14 ottobre 2021) all’aeroporto di Roma Fiumicino atterrerà l’ultimo volo della compagnia Alitalia partito da Cagliari alle ore 22,05. Termina così una storia lunga 74 anni, che ha portato il tricolore in giro per il mondo riscuotendo simpatia, fiducia ed apprezzamento.

Domani mattina, alle ore 6,20 da Milano Linate il primo volo di Ita (Italia Trasporto Aereo) diretto a Bari. La nuova società pubblica di proprietà del ministero dell’economia e delle finanze nasce tra mille dubbi ed incertezze, perché la soluzione di Ita è giunta al termine di una lunga e complessa operazione di ristrutturazione aziendale.

Il Governo italiano a fatica è riuscito a chiudere l’accordo con la Commissione Europea che ha chiesto la discontinuità economica rispetto al passato. Questo significa per Ita la riduzione drastica del personale e l’acquisto dei servizi riservati all’Alitalia tramite gare pubbliche senza alcuna protezione.

Considerate le condizioni del mercato e la disponibilità degli aeromobili, ritenuta insufficiente, è facile prevedere che la fetta di Alitalia finisca nelle mani delle società low cost.

Il volo Milano-Bari avrà la livrea “Born in 2021” e sarà operato con un Airbus A320. La rabbia e l’amarezza dei dipendenti Alitalia, che dopo decine di anni di lavoro e di sacrifici mai avrebbero immaginato che la loro società fosse finita così miseramente in un hangar per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *