Site icon Storie da raccontare

Bacoli, il 16 luglio si presenta “Nero Saraceno”

Nero saraceno

Un thriller nel segno della Storia, del Medioevo e dell’avventura, sulle orme di un modello narrativo come l’acclamato “Il nome della rosa”. Venerdì 16 luglio, alle 21:00, in via Gaetano de Rosa, nel Centro storico di Bacoli, si presenta il romanzo “Nero saraceno” di Alessandro Luciano, archeologo e scrittore, già autore del romanzo storico “Gli ultimi giorni del comandante Plinio”, III edizione, sempre per Marlin editore. Con Luciano, dopo i saluti di Mariano Scotto di Vetta, assessore alla Cultura, intervengono Marco Scamardella, della libreria “Il Punto di Partenza” e Giuseppe Di Leva, archeoblogger. Nel ruolo di “rievocatrici”, nei costumi altomedievali della Sartoria Sonsoles, Sonia Benedetto e Angela Del Core.

Il romanzo

Un’abbazia alle sorgenti del Volturno. Un vescovo senza scrupoli. Un’orda saracena assetata di sangue. Con un ritmo serrato e avvincente, l’autore fa rivivere al lettore una vicenda realmente accaduta, il sacco arabo di S. Vincenzo al Volturno dell’881, facendogli respirare la spiritualità della vita monastica ma anche il clima di tensione che attanagliava l’Italia centro-meridionale nel IX secolo. Il romanzo “Nero saraceno” è pubblicato da Marlin editore, la casa editrice di Tommaso e Sante Avagliano (collana Il portico, https://www.marlineditore.it). La rigorosa ambientazione si colloca tra il Molise e la Campania: tra l’abbazia, situata nei Comuni di Castel San Vincenzo e di Rocchetta, in provincia di Isernia, e il fiume Volturno che attraversa la provincia di Caserta, sfociando nel Mar Tirreno.

Exit mobile version