giornalisti spiati

È uno scandalo di dimensioni internazionali: più 50.000 numeri di telefono sotto controllo attraverso il software israeliano. Diversi governi autoritari hanno messo sotto controllo giornalisti, manager e attivisti politici. È questo il risultato di una inchiesta indipendente condotta dal Washington Post e da altre 16 testate internazionali. 

Secondo il quotidiano americano anche Victor Orban, attraverso Il software chiamato Pegasusterrebbe sotto controllo i mass media nazionali. Dalle indagini emergono altri particolari sconcertanti sull’inchiesta Khashoggi, il reporter saudita ucciso. Molti telefoni di persone vicine al giornalista erano sotto controllo da parte dell’Arabia saudita. 

Fra i numeri già identificati dall’inchiesta ci sarebbero diversi capi di stato e premier. Non ci sono però altri particolari forniti dai giornalisti del Washington Post. E tra i giornalisti spiati (elenco del 2016) ci sono reporter di varie testate fra le quali Cnn, New York Times, Wall Street Journal, Financial Times, Voice of America e Al Jazeera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *