Roma – Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, lunedì interverrà alla Camera e martedì al Senato per riassumere il quadro politico dopo le dimissione dei ministri di Italia Viva, Teresa Bellanova e Elena Bonetti.

La decisione assunta al termine della conferenza dei capigruppo parlamentari.

Il premier ha deciso che l’Aula sia l’unica strada per affrontare il delicato passaggio politico e questo pomeriggio si è recato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per rappresentargli la decisione assunta.

Intanto ha avocato a sé la delega per l’agricoltura, che era in capo al ministro Bellanova.

Pd, M5S e LeU difendono Conte e, almeno per ora, non intravedono altre soluzioni.

Il rapporto con Italia Viva è chiuso, lo ha affermato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, precisando che Matteo Renzi non è più un interlocutore.

Resta il nodo dei numeri al Senato, che sulla carta non sono sufficienti per ottenere la maggioranza.

In linea di principio un gruppo di senatori sarebbe disposto a votare la fiducia, ma ne occorrono almeno 14 e quella circostanza allarma soprattutto il Partito democratico, che crede poco a quella soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *