Da oggi è scattato il divieto per le compagnie aeree bielorusse sia di sorvolare lo spazio aereo dell’Unione, sia l’accesso agli aeroporti europei. La decisione è maturata dopo le conclusioni del Consiglio europeo 25 maggio scorso, in cui i capi di Stato e di governo dell’Ue hanno condannato fermamente l’atterraggio forzato illegale di un volo Ryanair a Minsk il 23 maggio che aveva messo in pericolo la sicurezza aerea. Ma non solo. L’Europa chiede l’immediata liberazione da parte delle autorità bielorusse del giornalista Raman Pratasevich e di Sofia Sapega. Non si escludono ulteriori sanzioni economiche mirate a punire le azioni della Bielorussia in violazione dei diritti internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *