Elon Munk ha invitato Putin su Clubhouse

Elon Musk ha invitato Putin su Clubhouse. L’uomo più ricco al mondo, con una fortuna di oltre 180 miliardi di dollari, il chief executive di Tesla e SpaceX, ha invitato il presidente Vladimir Putin a conversare con lui su Clubhouse, il nuovo social “del momento” di chat vocali, che consente agli iscritti di creare gruppi di discussione digitali.

Elon Musk ha invitato Putin su Clubhouse: perchè?

Elon Musk, ha avanzato l’idea su Twitter. Ha “taggato” il profilo del Cremlino in lingua inglese scrivendo: Si unirebbe a me per una conversazione su ClubHouse?“. E poi in un secondo tweet in russo ha aggiunto: “Sarebbe un onore per me parlare con lei”.

Il motivo dell’invito?

Resta oscuro il motivo che ha spinto il CEO di Tesla a contattare proprio il Presidente russo: non è da escludere ci sia la volontà di risolvere la questione Starlink, la costellazione di satelliti attualmente in costruzione dal produttore privato aerospaziale americano SpaceX per l’accesso a internet satellitare globale in banda larga a bassa latenza. Pochi giorni fa, infatti, il Governo russo aveva minacciato di multare i cittadini intenzionati ad attivare il servizio internet satellitare.

Intanto, il Cremlino ha definito “molto interessante” la proposta, senza chiudere la porta a Musk. Lo ha detto il portavoce Dmitry Peskov, sottolineando che prima però è necessario capire di cosa si tratta, in quanto il presidente Putin “non usa direttamente i social network, non li gestisce personalmente”. Putin, ex agente del Kgb che in passato ha definito Internet “un progetto della Cia”, è sempre stato molto distante dalle moderne tecnologie. Il social network Clubhouse è una piattaforma audio attualmente disponibile solo su invito per gli utenti Apple.

 

Di Milena Sala

Sono nata a Modena, correva l'anno 1972, modenese da generazioni (e me ne vanto), ma ligure di adozione dal 2007. La mia Genova, un po' matrigna. Ti respinge, ma poi ti ama... Ho sempre sognato di fare la scrittrice: ero convinta che quel mestiere mi avrebbe portato a scoprire il mondo. Reporter di viaggi e inviata stampa, per vent’anni, esclusivamente sulla carta stampata, tra premi letterari e il profumo di qualche libro a mia firma. E poi? Un balzo sul digitale, nell'anno bisestile e, dulcis, al tempo del Coronavirus. Amante viscerale degli animali, della natura, del mare, dell’avventura, del viaggiare al di là dei confini del mappamondo per raccontare i veri luoghi e la vera vita della gente del mondo. Appassionata di comunicazione, letteratura di viaggio, sociale, cronaca di vita, fotografia, musica e libri. E di racconti, di storie, di tante storie da raccontare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *