Lipari – Carenza estrema di medici e di personale sanitario ale isole Eolie. L’ospedale di Lipari è regolarmente attivo, i posti letto sono disponibili ma nessuno intende trasferirsi nell’isola e così i concorsi banditi dall’Asp di Messina sono andati deserti. In un caso l’unico vincitore ha rinunciato all’incarico.

L’Asp competente pubblica continuamente i bandi per coprire i posti vacanti, ma la risposta resta sempre quella: nessuna partecipazione.

Una situazione molto critica ribadita dal manager, Bernardo Alagna, che adesso chiede alla Regione Sicilia di introdurre una specie di premialità per incoraggiare il personale sanitario a recarsi a Lipari. Si ipotizza uno stipendio più alto o un meccanismo diverso per fare carriera.

La questione è delicata, perché potrebbe toccare aspetti anche di legittimità costituzionale e di disparità di trattamento. Intanto i residenti devono fare i conti con un servizio sanitario che – per quanto efficiente – non può offrire loro tutte le prestazioni richieste. Senza considerare le emergenze durante i periodi di alta stagione turistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *