Roma – I ministri Teresa Bellanova e Elena Bonetti ed il sottosegretario Ivan Scalfarotto, esponenti di Italia Viva, si sono dimessi dalla carica.

Lo ha comunicato il leader di quel partito, Matteo Renzi, durante la conferenza stampa tenuta questo pomeriggio a Roma.

Mentre Renzi offriva ai giornalisti la sua versione sullo scontro politico con la maggioranza di governo, il premier, Giuseppe Conte, si recava al quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per portare il risultato della operazione Recovery plan, andata a buon fine nonostante l’astensione dei ministri rappresentanti di Italia Viva.

Il presidente del Consiglio dei ministri continua a sperare in una soluzione di responsabilità, che scongiuri la crisi vera e propria, tuttavia il leader Iv non sembra voler mollare la presa. Renzi chiede che il premier vada in parlamento per spiegare se ci sono ancora una maggioranza ed un governo, ma questo rappresenta il vero nodo della questione: la maggioranza esiste se ha i numeri per andare avanti ed al momento al governo mancano 14 senatori.

Il primo tentativo di individuare singoli parlamentari disposti a schierarsi con la maggioranza sembra essere fallito, perché il Capo dello Stato avrebbe espresso perplessità davanti ad una soluzione poco garantita e vorrebbe che il gruppo dei “responsabili” rappresentasse un partito e non la volontà dei singoli.

La circostanza alimenterebbe la destabilizzazione, di cui il Paese non ha bisogno in un momento molto delicato.

Partito democratico, Movimento 5 stelle e Leu fanno quadrato intorno a Giuseppe Conte ed auspicano una soluzione rapida di fine legislatura per dare credibilità alle istituzioni ed incisività all’azione di governo, mentre il centrodestra chiede che la maggioranza faccia chiarezza immediatamente e che dia risposte al Paese, in caso contrario afferma di essere pronto per andare alle urne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *