Città del Messico – Si aggrava il bilancio dei morti per il crollo di un ponte della metropolitana di Città del Messico. Le vittime sono almeno 24, di cui anche alcuni bambini, e 79 feriti. Divampano le polemiche perché la linea 12, che è quella interessata dalla tragedia, dal 2012 – anno della inaugurazione – sarebbe stata sospesa 66 volte a causa di piccoli e grandi problemi tecnici e strutturali.

In particolare, nel 2014 le attività furono sospese per opere di manutenzione ai ponti e nel 2017 per il consolidamento della strada ferrata a causa dei danni provocati dal terremoto.

Numerose polemiche furono registrate anche durante la fase progettuale perché il tracciato troppo tortuoso secondo alcune teorie sarebbe andato incontro a problemi strutturali.

L’incidente avvenuto la sera del 3 maggio 2021 sarebbe stato causato dal cedimento del sostegno di cemento armato posto alla base del ponte. Due vagoni, molto affollati, sono finiti sulla strada che corre sotto al ponte dopo un volo di dieci metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *