La politica romana è in agitazione per le ultime voci che girano sul governo Draghi. Si tratta solo di indiscrezioni, ma sono decisamente rilevanti perché coinvolgono la figura del ministro per la sanità Speranza. Di cosa si tratta? Secondo i più informati ci sarebbe una sorta di pressing sul ministro per convincerlo a lasciare. O ad un possibile trasferimento ad altro dicastero. In parole povere, un cambio in corsa. Si parla addirittura dell’intervento di Draghi, preoccupato, non solo per le pressioni politiche, ma anche per possibili nuovi scenari. Su Speranza da settimane si consumano gli attacchi politici della Lega. Ma si tratta, come dicevamo, solo di voci romane. 

Inutile dire che su questa vicenda pesa anche il caso Oms, portato alla luce proprio ieri nel corso dell’ultima puntata andata in onda da Report. Una vicenda complessa che vede indagato il numero due di Oms Ranieri Guerra. I magistrati contesterebbero le “ false informazioni ai Pm». Nelle diverse intercettazioni telefoniche oggetto dell’inchiesta, in qualche modo, si toccano anche le informazioni fornite a stretti collaborato del ministro sulla gestione della pandemia. Al centro dell’inchiesta il mancato aggiornamento del piano pandemico. Va chiarito che, su questa vicenda, allo stato attuale, non ci sono altri indagati. 

Le pressioni sul ministro Speranza sono solo di natura politica. Ma il presunto intervento del Premier Draghi potrebbe rappresentare un nuovo salto sul possibile cambio di strategia sulla gestione complessiva dell’emergenza sanitaria in Italia. D’altronde, lo stesso Draghi, poco alla volta, ha cambiato Il Cts, ha sostituito il commissario Arcuri, ha nominato il nuovo responsabile della Protezione Civile, l’unico anello di congiunzione con il passato è rappresentato proprio dal ministro Speranza. Sono solo voci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *