Rimini – Quando l’integrazione rappresenta un vero valore aggiunto e mette le radici sul territorio: con oltre 33.000 voti, pari al 51,32 percento, Jamil Sadegholvaad è il nuovo sindaco di Rimini. E’ stato eletto al primo turno. Il candidato giunto secondo è risultato distaccato di 12.000 preferenze.

Jamil è nato dall’unione di uno studente iraniano giunto a Rimini in vacanza con una ragazza di Coriano. Frequentava lo storico negozio di tappeti che il papà teneva a Rimini, ma contemporaneamente studiava con profitto, conseguendo la laurea in scenze politiche presso l’università di Bologna.

Assessore provinciale e comunale con la giunta dell’ex sindaco Gmassi, Jamil ha saputo conquistare la fiducia dei sui concittadini. Un successo straordinario, considerato che la sua lista, quella del sindaco, ha raggiunto il 16,93 percento.

Tra le curiosità, l’ingresso nel consiglio comunale, con circa tremila voti, di Matteo Angelini, rappresentante dei no vax.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *