Fano – La linea turistica che collega Fano con Urbino riattivata entro l’estate 2021. L’annuncio al termine dell’incontro svolto tra il sottosegretario al Lavoro, Rossella Accoto, ed i dirigenti di Rete ferroviaria italiana.

La tratta fu chiusa il 31 gennaio 1987, tuttavia il patrimonio culturale e storico che quel tracciato rappresenta ha indotto le amministrazioni locali e le associazioni a condurre una battaglia per ottenerne la riapertura.

Il tracciato, lungo circa 49 chilometri, fu inaugurato nel 1898 e restò in esercizio fino al 1916. Dopo molteplici vicissitudini, legate anche alla gestione del binario, fu riaperta nel 1942 sotto la gestione delle Ferrovie dello Stato. Nel 1944 fu distrutta dei tedeschi in ritirata.

Successivamente fu ripristinata, ma i costi elevati di esercizio indussero Ferrovie dello Stato a dismetterla.

Da due anni è ferma nelle casse della Regione Marche la somma di un milione di euro per la riqualificazione del tracciato. Nelle prossime settimane sarà presentato il progetto di fattibilità.

Rfi ha precisato che la linea Fano-Urbino è turistica per legge, pertanto non potrà essere in alcun caso trasformata in linea commerciale.

Si tratta di un tracciato lento che si presta all’utilità turistica, anche se quella circostanza non impedisce al gestore di istituire un numero imprecisato di corse ogni anno e questo potrebbe rappresentare un artificio per superare la destinazione solo turistica della tratta.

Rete ferroviaria italiana sarebbe disponibile a riqualificare i passaggi a livello e gli attraversamenti per velocizzare la tratta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *