Stati Uniti, l'accusa: "Cuomo ha molestato diverse donne"

Stati Uniti, l’accusa e la bufera sul governatore di New York. “L’inchiesta indipendente ha concluso che il governatore Andrew Cuomo ha molestato sessualmente diverse  donne, e così facendo ha violato la legge federale e statale”. E’ quanto sostiene la procuratrice generale dello stato di New York, Letitia James, annunciando i risultati di un’indagine indipendente sulle accuse contro il politico democratico secondo cui sarebbero undici le donne che accusano Cuomo. L’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Albany, la capitale dello stato di New York, ha aperto un indagine penale sulle accuse di molestie sessuali.

Stati Uniti, l’accusa: “Cuomo ha molestato diverse donne”

Secondo l’accusa di James, è stato accertato che Cuomo “ha molestato sessualmente attuali ed ex dipendenti dello stato di New York, con contatti indesiderati e non consensuali e facendo numerosi commenti di natura sessuale che hanno creato un ambiente di lavoro ostile per le donne”.

Cuomo si difende

Il governatore si difende: “Non ho mai toccato nessuno in modo inappropriato. I miei avvocati hanno replicato a tutte le accuse. Sono profondamente dispiaciuto, questo non è quello che io sono”. Il governatore, negando le accuse e respingendo ogni ipotesi di dimissioni, ha sottolineato, mostrando diverse foto con diverse personalità, come il gesto di posare le sue mani sulle guance delle persone o quello di abbracciarle per salutarle fa parte di una gestualità ereditata dalla sua famiglia e dalla sua educazione, così come usare l’espressione “ciao bella!”.

Cuomo replica alle accuse

E, ancora: “Io bacio le persone sulla fronte, bacio le persone sulle guance, uomini e donne. A volte – ha proseguito – chiamo le persone amore, tesoro, a volte dico delle battute, ma l’intento è solo di mettere le persone a loro agio, nessuna molestia sessuale”. “E a chi vuole usare questo momento per screditarmi e delegittimarmi – ha aggiunto Cuomo – dico solo che io guardo le mie figlie tranquillo, con la coscienza a posto”.

Intanto, il sindaco di New York, De Blasio, e la presidente della Camera, Pelosi, hanno chiesto a Cuomo di rassegnare le dimissioni. Le prossime elezioni sono in calendario nel novembre 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *