Fermo – Terremoto la notte scorsa localizzato a poche miglia dalla costa marchigiana. L’epicentro in mare ad una profondità compresa tra otto e nove chilometri. L’evento avvertito distintamente dalla popolazione.

La prima scossa, di magnitudo 3.5, registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma alle ore 22,46 del 27 gennaio 2021. I comuni più direttamente interessati sono: Fermo, Civitanova Marche, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio e Porto Recanati. L’epicentro individuato a nove chilometri di profondità.

Alle ore 2,21 del 28 gennaio nuovo evento sismico, di magnitudo 3.1, registrato nella stessa zona individuata in precedenza, ma ad una profondità di otto chilometri.

In media ogni giorno l’Invg registra decine di scosse in provincia di Macerata, individuate prevalentemente a ridosso nel monte Cavallo e dell’alta valle del Tronto, tuttavia si tratta di eventi di debole intensità non avvertiti dalla popolazione.

Le Marche furono interessate da un violento terremoto registrato il 24 agosto 2016, di magnitudo 6.0, e da allora le terra non si è più fermata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *